Dopo tanti anni in cui questa passione è rimasta  fruibile  a pochi amici/collaboratori e le numerose richieste ci hanno convinto a rendere visibile e fruibile la collezione di piante acquatiche e palustri, raccolte nell’arco di 2 generazioni.

Partendo da una passione di famiglia, abbiamo iniziato a catalogare ed a ordinare la moltitudine di piante, molte delle quali senza nome e classificazione.

La collezione attualmente, è tra le più importanti d’Italia del settore.

Nella raccolta figurano numerose specie di Iris, partendo dal nostro comune giaggiolo di palude (giallo), a varietà meno comuni come lo pseudocorus flore pleno, bastardi, donau, berlin tiger, variegato, ecc… ai poco conosciuti ma altamente spettacolari iris della Louisiana, agli ensata, ai sibirica.


Di notevole interesse, le ninfee rustiche e tropicali che vanno dalla autocnona, ninfea alba (ormai ridotta a pochi esemplari), all’alba europea, a ibridi stupefacenti per colore e dimensioni (bianche,gialle, rosa, rosso, salmone, cangianti, nane, medie, grandi, giganti).

Sono presenti, nella collezione l’enorme ninfea asiaticaEuryale Ferox dalle foglie spinose (oltre 2 mt di diametro), e la Victoria Cruziana (il cui ciclo vitale alle nostre latitudini è annuale), con le tipiche foglie bordate che possono sorreggere un bambino di una 20 di chilogrammi, dall’enorme fiore bianco notturno che emana un intenso profumo di banana per attirare gli insetti necessari all’impollinazione notturna,all’enorme ninfea australiana ( dallo splendido ed enorme fiore celeste ), Ninfea Gigantea,

Presenti anche ninfee a fioritura notturna come la Ninfea Lotus (la ninfea sacra agli egizi), ninfee nane, e ninfeacee.


Di grande importanza inoltre, la collezione di fior di Loto, che vanno dal Nelumbo Nucifera, il sacro loto degli orientali, a varietà nane da vaso, alcune delle quali rare.

Completano la collezione, varie piante da bordo, ossigenanti ecc….

Progetti in itinere:

1) stilare un index plantarum delle piante palustri presenti nel nostro territorio comunale e provinciale.
2) attrezzare un’area scientifica;
3) organizzare, uno spazio espositivo didattico, che possa essere fruibile dalle scuole ed eventualmente anche dalle istituzioni che vogliano utilizzare per scopi didattici e/o scientifici il patrimonio disponibile.

Water Nursery